PASQUALE LEONARDO ED IL P(v)D – PRATO – il dialogo continua

pd-ballottaggio-primarie-diretta-streaming
PASQUALE LEONARDO ED IL P(v)D

Leonardo (Pasquale Leonardo, medico ortopedico in Villa Fiorita, Prato), entrato agli “onori” della cronaca per essere stato estromesso da parte della Direzione Regionale dal listino dei candidati PD di Prato per il Consiglio Regionale – dopo aver rispettato per filo e per segno tutte le regole per poter partecipare ed essere stato anche sostenuto dal Segretario Provinciale Bosi – ha risposto con garbo e cortesia alle mie riflessioni, precisando di non aver “strappato nessuna tessera” ma che non si riconosce più “in questo partito perché è il partito che si è allontanato” da lui.
Avevo pensato mentre scrivevo il mio post che Leonardo fosse “anima candida” e le sue riflessioni me lo confermano; ancor di più questo accade quando riferendosi a Renzi (chissà perché lo scrive in minuscolo! Sarà un refuso o una piena volontà espressa?) dice che “se ogni tanto si riascoltasse non si riconoscerebbe più”.

Vedi, caro amico, meglio tardi che mai: alcuni di noi che hanno costruito questo Partito e che lo amano “davvero” lo avevano capito sin dal primo momento. Qualcuno ci ha voluto giocare con Renzi, ne ha cavalcato l’onda positiva (almeno così credevano loro!), ci si è imbarcato ed ora versa lacrime da coccodrillo. Il fatto che tu, caro amico, non abbia strappato la tessera ti solleva dal peccato veniale ma il vero errore è quell’altro: costruire un Partito che tu – e pochi amici – chiami “veramente Democratico”. Non si gioca con la Democrazia; cosa pensi di mettere in piedi? Un Partito in cui la Democrazia tu e i pochi la costruisci al tuo interno? Sarebbe un Partito oligarchico ed assolutamente poco più che personalistico, ad andar bene. Soddisfacerebbe le tue piccole ambizioni ma raggiungerebbe uno 0,01 per cento di consensi ed alla fine dovresti ritirarti con la coda tra le gambe, più arrabbiato di prima.
Mi inviti a consultare il tuo Programma. Lo farò ma non è questo il punto: di certo vi si troveranno proposte interessanti e condivisibili ma purtroppo rimarrebbe inevitabilmente “fuffa” per questo “apparato di Poteri” che ci governa.
E, allora, come dicevo nel post, rimane forte l’alternativa della CULTURA, la cui forza supera le barriere del tempo calpestando le bassezze e le minuterie di questi bambocci:
“diamo più fastidio fuori che dentro, perché questo PD, che non è quello che ho contribuito a fondare perché fosse strumento di vero rinnovamento, ha a noia quelli che pensano liberamente e non stanno zitti, anzi urlano civilmente il loro dissenso.”
Riporto il testo della garbata e signorile risposta di Pasquale Leonardo al mio post del 19 aprile e dichiaro la mia dipsonibilità ad un confronto privato con lui su questi temi.

Gentilissimo , apprezzo molto lo spirito di quest’articolo . Sono doverose alcune precisazioni da parte mia . Non ho strappato nessuna tessera ho solo detto che in effetti non mi riconosco in questo partito perché è il partito che si è allontanato da me . del resto penso che anche il sig renzi se ogni tanto si riascoltasse non si riconoscerebbe più ( E’ forse diventato il meno renziano di tutti ) Riguardo la seconda parte posso dire che non si tratta assolutamente di una decisione presa a caldo I miei collaboratori sanno quante volte ho parlato del Pvd anche a volte nelle mie discussioni amichevoli . Avevo solo un dubbio quello di testare i confini della democrazia di questo partito e purtroppo temo di averli varcati molto presto . Il modo con cui sono stato soppresso politicamente ricorda tanto i metodi soppressivi tipi di un partito etico non di un partito democratico . Ho detto anche che le oltre 200 firme di tesserati raccolte con la gioia e l’entusiasmo di chi è amato ed ama la propria città , seppur così poco importanti per un partito che si dice democratico , sono scritte in modo indelebile nel mio cuore . Pertanto non vedo nulla di strano che sognare un partito veramente democratico . Lo faccio con la serenità di chi ha un lavoro non vive di politica e può definirsi intellettualmente libero . Ho un grande sogno quello di veder realizzato il mio progetto per Prato città che mi ha dato tantissimo e che amo tantissimo . Sul mio fb è pubblicato il mio programma vedrà che alla fine forse sono un lontano parente di quel da Vinci che Lei conosce. Grazie e A presto

Handingtheredflag1949

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>