Funerali_di_Pier_Paolo_Pasolini_-_1975_-_Franco_Citti_ed_Enrico_Berlinguer-980x480

COSA DIREBBERO OGGI PASOLINI E BERLINGUER?

COSA DIREBBERO OGGI PASOLINI E BERLINGUER?

Spesso ci chiediamo cosa farebbero oggi alcuni dei personaggi di ieri, chi sosterrebbero politicamente, cosa scriverebbero e direbbero di fronte ad eventi particolarmente significativi. E’ accaduto ed accade frequentemente: “cosa direbbe Pasolini?” e “cosa sceglierebbe di fare Berlinguer?” e via diicendo. Ma lo abbiamo sempre scritto e detto: non è corretto ed è azzardato avviare una riflessione che possa avere valore scientifico, anche perché il sottoscritto e credo la grandissima parte dei miei interlocutori non possediamo nè capacità divinatorie nè fiducia nei maghi e negli intermediari con l’aldilà.
Tuttavia sarebbe molto difficile che i due personaggi su menzionati oggi sarebbero sostenitori della forza politica che sostiene di essere erede di quello che fu il PCI: a stento avrebbero potuto riconoscere la sua trasformazione in atto dopo il 1975 (Pasolini parlava genericamente allora di mutazione antropologica in atto nella società dei consumi) e dopo il 1984. Figurarsi con quel “monstrum” che è diventato il Partito Democratico! “Monstrum” nella sua accezione negativa, ovviamente ed a mio avviso.

pasolini-640x336

La sensazione che ho avuto negli ultimi anni e che mi sotiene in questo periodo nel lavoro che sto svolgendo come cittadino attivo ed intellettuale impegnato è che si stia procedendo verso una vera e propria catastrofe degli apparati politici superiore a quella che si annunciò e non si concluse positivamente con la fine della Prima Repubblica. La crisi che sta colpendo il Partito Democratico non è ancora del tutto evidente per coloro che ci vivono dentro, mentre lo è in modo più chiaro anche se non completo per tutti coloro che conoscono quel Partito avendo contribuito a costruirlo ma che ne sono usciti da qualche anno.
Anche in questa città dalla quale parlo è stato un vero e proprio flop il Congresso per la scelta del Segretario e degli altri organi dirigenti e gli esiti appaiono paradossali. Ne parleremo. Anche se quel che ci interessa prioritariamente è la costruzione di un’ALTERNATIVA di Sinistra a quel Partito, che si è completamente liberato da coloro che ne avrebbero potuto portare la “bandiera”.

j.m.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>