30430157_10213192634622881_1939911404_n

…erano state/i avvisate/i!

 

signature_3

 

…erano state/i avvisate/i!

In viaggio verso Napoli. Continuo a leggere i dibattiti virtuali e sono sempre più perplesso: mi tocca da una parte difendere il PD, dal quale ho divorziato da un po’ di tempo; dall’altra mi tocca segnalare ad alcuni supporters del PD che stanno prendendo lucciole per lanterne; e dall’altra ancora osservare che anche le critiche, le autocritiche, quando sono ormai sempre più tardive, puzzano di stantio e di strumentale.

Lo avevo già scritto in altre riflessioni qualche mese fa: “Se siete genuinamente critici e non ce la fate più a sopportare la convivenza, fate presto; se lo farete più in là, quando la frittata è fatta, non sarete più credibili!” e così, più il tempo scorre e meno è possibile la ricerca di una via d’uscita che non sia riconosciuta come una forma di ipocrisia strumentale.

Eppure ora assistiamo a critiche spietate da parte di alcuni dirigenti anche nazionali su quel che non si è stati in grado di capire, senza mai aggiungere che fino a ieri si è sostenuta con maggioranze “bulgare”  il Giglio magico renziano, con il rischio, come dicevo prima, di non essere apprezzati. E’ normale ma erano state/i avvisate/i.

Ho accennato ad una mia difesa del  PD, della quale sin da subito ero però pentito.  Un amministratore del M5S è partito lancia in resta per sottolineare come “paradossale” la proposta avanzata da Martina (segretario reggente del PD) a nome del suo Partito di proporre una campagna per il “salario minimo garantito”, accusandolo di voler finalmente fare qualcosa di Sinistra, sottintendendo che ciò accade grazie alle battaglie di Sinistra del M5S.  “Mi è toccato” preparare un copia/incolla della parte del Programma politico elettorale del PD in cui si parla di quel tema, denunciando la “strumentalità” dell’addebito.

 

Allo stesso tempo, però, ho dovuto polemizzare con chi, dal PD, ironizzando sul fatto che alcuni neo Ministri (maggioranza grigio-verde di Destra) abbiano riconosciuto il “buon lavoro” svolto da quelli che li avevano  preceduti, rilevando dunque come le critiche rivolte negli ultimi anni ai Governi a guida PD fossero state ingenerose. Ho voluto far notare la incapacità “culturale” di questi Dirigenti del PD a cogliere la sottile amara crudele ironia sottesa al senso che non riuscivano a comprendere (“Bravi! Noi siamo di Destra e forse riusciremo a costruire un progetto politico orientato maggiormente all’equità ed alla giustizia sociale molto diverso dal vostro ma saremo in grado, diversamente da voi, di dare risposte concrete ai bisogni della gente”).      Forse l’incomprensione aveva un’ origine psicanalitica nell’ostinarsi a non voler riconoscere i propri errori.         In verità nel confrontarmi su Facebook ho trovato un profondo nervosismo da parte di questi Dirigenti e di alcuni altri loro sostenitori acefali  probabilmente di fronte alla prospettiva a breve di perdere spazio e potere nelle prossime contese elettorali del 2019.

Ad ogni modo anche loro erano state/i avvisate/i!

Joshua Madalon

 

 

4_Robert-De-Niro-Noodles-in-Cera-una-volta-in-America-Sergio-Leone-1984

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>