APRITE GLI OMBRELLI – NON SI SA COSA PIOVA!

2487,0,1,0,360,256,443,5,2,154,47,1,0,100,0,1974,1968,2177,2722471
2487,0,1,0,360,256,443,5,2,154,47,1,0,100,0,1974,1968,2177,2722471

APRITE GLI OMBRELLI – NON SI SA COSA PIOVA!

Sembra “fresca” la ferita, ma il “pus” che si intravede ci fa comprendere che la cancrena era annunciata. Non sempre la modificazione genetica funziona; a volte crea metastasi. Quest’orrido parlare di temi politici ha una profonda ragione di essere. La trasformazione antroposociologica inferta al tenero corpo del Partito Democratico per la furia di voler marcare i territori aggregandoli a sè ed ai propri accoliti fedeli da parte di Matteo Renzi ha prodotto un danno irreparabile.

Non si facciano illusioni, coloro che ancora sguazzano nelle acque insozzate dai detriti dopo il naufragio; stiano attenti piuttosto ai pescecani. L’isola della salvezza è lontana e quando ci arriveranno dovranno vedersela con gli indigeni, alcuni dei quali possono essere antropofagi. Non credano che basti un toccasana salvifico congressuale; di certo non l’usuale rito cui si è stati abituati.   Molti tra coloro che erano i responsabili di un parto travagliato perché già squassato da diatribe avide di Potere, dopo qualche sconfitta hanno cambiato cavalcatura senza timore di essere – ed anche “apparire” (che è la forma più giusta da assegnare ad un “politico”) – incoerenti. Ora che le “tavole su cui galleggiano” traballano implorano “Unità!”.

A cosa servirebbe? Ad aumentare il numero dei “perdenti”? pensano – questi – di avere così un maggiore consenso? Oppure che, aggregando un po’ di rompicoglioni, li si sterilizza, impedendo loro, che sono persone per bene, di votare altri Partiti o Movimenti? ? Il fatto è che ora i rompicoglioni se li sono rotti i …..! e non sono più disponibili a farsi prendere per il culo.

Forse già i risultati recenti di marzo, aprile, maggio e giugno potrebbero fornire adeguate risposte ed indicazioni; ma no!  Non è così, tanto – così sembra –  che il Partito Democratico non farà congresso prima delle Europee. Come a ribadire che va tutto bene e non è il momento di cambiare.

Dico questo, perché solo con un cambiamento “rivoluzionario” di quel Partito si potrebbe avviare una discussione seria sull’Unità delle Sinistre. Proposta “fantapolitica”, del tutto irrealizzabile che non corrisponde però alla proposta di “fronte” semmai con quella parte di Forza Italia che si manterrebbe al “centro” (vedi Calenda e poco più).

Quanto a Prato, dove si vota nel 2019, quel poco di dibattito che c’è verte su “Biffoni sì, Biffoni no”. Assurdo, del tutto fuorviante. Personalmente ritengo che “sì o no” non cambia. Non è questo il modo di ragionare. Per me, “no! e basta”, considerando, come si dovrebbe essere evinto da quel che scrivo sopra, che l’alternativa proponibile sarebbe addirittura peggiorativa, visto il parterre complessivo ed il peso delle diverse parti.

Meglio, dunque, impegnare il proprio tempo e le proprie risorse a costruire un nuovo soggetto “unitario”,  sì – ma con caratteristiche valoriali afferenti alla Sinistra. C’è già un gruppo che si va ri-costituendo dalle ceneri del “Brancaccio”.  “Alleanza popolare per la Democrazia e l’Uguaglianza”. Si può ripartire!

 

Joshua Madalon

2487,0,1,0,360,256,443,5,2,165,45,1,0,100,96,2293,2281,2337,3247286
2487,0,1,0,360,256,443,5,2,165,45,1,0,100,96,2293,2281,2337,3247286

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *