NESSUNO E’ INDISPENSABILE CIASCUNO E’ UTILE (intorno al profilo del candidato – o della candidata – Sindaco, di Prato in Comune).

42633996_316338749152813_8574620121601933312_n

NESSUNO E’ INDISPENSABILE CIASCUNO E’ UTILE (intorno al profilo del candidato – o della candidata – Sindaco, di Prato in Comune).

Indubbiamente siamo alla fase in cui dobbiamo scegliere chi guiderà il nuovo soggetto della Sinistra pratese.
Ho più volte espresso, in modo indiretto ed in forme anche dirette, l’idea che quella figura riuscisse a rappresentare un modo molto diverso e nuovo di rapportarsi alle questioni politiche amministrative della città, un modo riflessivo non aggressivo su ciò che è stato fatto dalle precedenti Amministrazioni e su quel che non ha funzionato, a partire dalla crisi profonda della partecipazione democratica in itinere (questo termine sta a significare che “partecipare” alle scelte dell’Amministrazione pubblica non si concretizza soltanto nella scelta elettorale ma si realizza nel tempo amministrativo: in pratica, non ci si può vantare di avere messo in campo strumenti partecipativi altamente democratici, ma poi non prendere in seria considerazione i consigli dei cittadini chiamati a tale scopo).
Non è una fissazione, la mia, quella di mettere insieme Cultura Conoscenza e Partecipazione. Sono sempre più convinto che dobbiamo rappresentare una vera e propria novità nel quadro politico cittadino, partendo dalla convinzione che non funzionano più i vecchi apparati e chea molti di noi debba essere al limite riservato il ruolo di “padri nobili e generosi” aperti al contributo di idee utili al servizio di tutti.
Era anche per questo fuori luogo che una parte della stampa locale facesse i nomi di Paolo Balestri ed il mio come possibili candidati a quel ruolo di “primo” cittadino. Personalmente mi ha fatto sorridere ma quella forma di “ballon d’essai” mi ha rafforzato nell’idea che un soggetto plurale proteso verso l’area civica di Sinistra non può farsi rappresentare da vecchi strumenti politici come me, nè allo stesso tempo da personalità – anche se di valore “politico” indiscutibile – afferenti in modo molto preciso a formazioni politiche strutturate. A queste ultime – a mio parere – va chiesto un atto di generosità, di apertura, di disponibilità anche allo scopo di consolidare quel progetto che abbiamo avviato in questa città.

Joshua Madalon

democrazia-partecipata