29 agosto IN RICORDO DEL POETA PIER PAOLO PASOLINI – Atti di un Convegno del 2006 parte 8

Breve preambolo: quel che viene qui presentato (siamo alla parte 8) è la trascrizione di una registrazione – vi possono essere errori ed in ogni modo la punteggiatura è manchevole

8.

Parla il Professor Maddaluno – Presidente della Commissione Cultura della Circoscrizione Est:

<< Diciamo che siamo estremamente interessati da questo punto di vista che l’Assessore vada a difendere la sua parte di Bilancio in particolare e quindi lo perdoneremo volentieri da questo punto di vista, ma d’altronde ognuno fa il suo lavoro e l’Assessore è bene che sia presente in Comune. Io lo ringrazio per quello che ha detto. Vorrei sottolineare una frase che è presente sul sito pasolini.net su tutte le pagine corsare dedicate a Pier Paolo Pasolini che in qualche modo sintetizza anche la nostra volontà di continuare a parlare di Pasolini. C’è una frase: “la morte non è nel non poter comunicare, ma nel non poter più essere compresi”. Ecco quindi questo vale per Pasolini, vale per tanti però nel momento in cui noi parliamo dell’opera, dell’universalità dell’opera di Pier Paolo Pasolini Perché ha questa caratteristica l’opera di Pier Paolo Pasolini credo che supererà i tempi. Spero di poter essere, speriamo di poter essere profetici anche noi in questa direzione. In questo momento ne siamo certi, ne siamo sicuri.

Io passo la parola al Presidente del P.I.N., il Professor Maurizio Fioravanti. Grazie. >>

Parla il Professor Maurizio Fioravanti – Presidente del P.I.N.:

<< Dunque, anch’io rivolgo un ringraziamento al Professor Maddaluno che si è battuto a lungo per questa iniziativa. Io ricordo una riunione di un po’ di tempo fa in cui iniziammo insieme ad impostare una serie di manifestazioni. Io vorrei partire da questo. Ecco la giornata di oggi è un po’, credo di capire, l’evento culminante di un lavoro che è stato fatto precedentemente, che ha riguardato le scuole pratesi, le scuole medie e superiori pratesi e ha riguardato anche i nostri studenti del (parola non comprensibile – VOCE FUORI MICROFONO)…Progeas, Prosmart del nostro polo universitario. E quindi oggi non a caso sono presenti in aula sia studenti appunto delle superiori, sia studenti universitari iscritti al nostro polo universitario. Io sottolineo questo aspetto che può sembrare piccolo, banale, ma che mi sembra importante cioè che su un tema di questo genere si realizzino delle confluenze, la costruzione di un tavolo comune di studio. Io confesso non sono in grado di rendere il mio saluto così argomentato su Pasolini come hanno fatto i miei due predecessori. Io sono un modesto lettore di Pasolini, modesto però appassionato, che l’ha letto quando aveva vent’anni. Io sono venuto qui disarmato, non ho rivisto nulla e quindi porto solo il ricordo di un ventenne che leggeva allora Pasolini quando l’Italia era ancora diciamo una Italia innocente, che viveva il suo boom economico e non aveva ancora scoperto le implicazioni che quel boom in apparenza meraviglioso avrebbe prodotto dei costi. E Pasolini, come tutti gli uomini di un certo calibro intellettuale, vide in anticipo questi costi e incominciò a metterli in fila. E questa mi pare la cosa importante Perché ora ci siamo dentro fino al collo nel saldare questo conto del boom economico. Ci siamo dentro fino al collo e quindi da qui deriva la (parola non comprensibile – VOCE FUORI MICROFONO)…perchè c’è proprio un ciclo storico consumato dentro questa vicenda. Quindi c’è una attualità che è nelle cose e non è frutto di qualcuno che lo vuole…(parola non comprensibile – VOCE FUORI MICROFONO)…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *